Marketing per Agenzie ImmobiliariFacebook cambia continuamente? Ecco i post che avranno sempre successo (per agenti immobiliari) - Marketing per Agenzie Immobiliari

Blog author

Social Estate

Come sviluppare il tuo Marketing Immobiliare

Facebook cambia continuamente? Ecco i post che avranno sempre successo (per agenti immobiliari)

Stare dietro a Facebook e a tutti gli altri social network significa correre continuamente e dover imboccare spesso strade del tutto nuove: Mark Zuckerberg ci ha abituato al cambiamento continuo, delle regole sul newsfeed e anche delle funzioni utili al proprio piano editoriale. Ciò che valeva 6 mesi fa può non valere oggi, di fronte all’ennesima rivoluzione degli strumenti di analisi degli annunci o delle metriche di Google in merito agli stessi.

Eppure, riguardo ad alcune dinamiche di condivisione, ci sono alcune grandi verità che non sembrano destinate a cambiare. I Facebook marketer di lungo corso ne conoscono alcune, grazie alla pratica del mestiere e alle numerose indagini statistiche svolte ogni anno. Per esempio:

  • le immagini tendono ad ottenere più mi piace, mentre i post con testo più commenti;
  • i post neutri, che non si sbilanciano né in positivo né in negativo rispetto all’argomento trattato, registrano meno interazioni;
  • quelle attorno alle 18:00 e alle 20:00 sono le fasce orarie più redditizie, in termini di partecipazione.

Se avete capito che su Facebook serve strategia e calcolo per ottenere successo con le condivisioni siete già a un ottimo punto. Ma quali sono i consigli che valgono oggi e varranno, probabilmente, anche in futuro, indipendentemente dalla vivace liquidità della piattaforma? Vediamoli qui di seguito.

Poca fuffa: bella la forma, ma conta la sostanza

Chi lavora duramente per rendere i propri post Facebook coinvolgenti ed interessanti prima o poi riscuote il proprio bottino di like e condivisioni. Non si tratta, però solo di selezionare con attenzione la forma più adatta al messaggio da spedire: è molto importante condividere contenuti di valore. Poter contare su un blog nel quale pubblicare articoli interessanti per il target è un fantastico trampolino di lancio per la vostra attività social: potrete, infatti, condividerli su Facebook, arricchendo magari il post con ulteriori commenti, e darete così prova di grande competenza.

Ma anche se non avete ancora fatto il grande passo (e forse non avete nemmeno un sito web immobiliare) potete condividere informazioni interessanti direttamente nel testo del post. Chi investe nell’immobiliare, per esempio, trova utile informarsi sui trend di mercato, chi deve cambiare casa vorrebbe sapere quale genere di burocrazia e scartoffie lo aspettano e come semplificare le procedure legali. Un post lungo su questi argomenti di solito guadagna più condivisioni, mentre uno breve più like. A voi cosa interessa?

Incoraggiare i commenti

Quando condividete un nuovo post e nessuno sembra farci caso è una bella frustrazione, soprattutto se credevate di averlo studiato con attenzione, investendo del tempo. Come già sapete difficilmente gli annunci immobiliari nudi e crudi, soprattutto se non arricchiti da alcuna considerazione personale, riscuoteranno interesse.

Non dovete avere paura di dare del tu alla vostra audience e chiedere esplicitamente il parere delle persone su quanto espresso nel post. I sondaggi, per esempio, sono uno strumento potente, che fa provare al lettore un certo prurito sulla punta delle dita. A domanda diretta, infatti, si desidera replicare, dare la propria opinione e il proprio contributo. Inutile aggiungere che ai commenti ricevuti è necessario rispondere. Un’altra possibile alternativa è scrivere un messaggio il cui seguito sia da completare in modo personalizzato: “La casa dei miei sogni è…”.

Be human

Sarete pure imprenditori che masticano business dall’alba al tramonto, ma su Facebook non attirerete simpatie se usate la neolingua dell’aziendalese e del burocratese e se non la smettete di scrivere e comportarvi come un brand. Non dovete mai dimenticare che le persone non scrollano la Facebook home  per guardare la pubblicità, ma per informarsi su cosa fanno gli amici. Ed è di persone che vogliono sentire parlare.

Cose che piacciono e piaceranno sempre sono, quindi, il senso dell’umorismo, il linguaggio colloquiale, il riconoscere pubblicamente i propri errori, il fornire soluzioni e consigli, la capacità di sorprendere in modo non costruito. Su Facebook parole come “io e “me” suscitano interesse e, dati alla mano, anche più mi piace.

Mille e uno modi per coinvolgere

Coinvolgere i lettori significa stimolare la loro partecipazione e migliorare l’engagement. Abbiamo scoperto l’acqua calda, obietterete voi, e non a torto. Come si ottengono post più coinvolgenti su Facebook? In tanti modi diversi.

  • Aggiungendo foto o video, laddove possibile: le immagini hanno una forte carica simbolica, evocativa ed emotiva. È però necessario che siano fortemente collegate al messaggio condiviso e anche alla “cultura visiva” associata al brand.
  • Personalizzando i contenuti grafici con testo o meme.
  • Ponendo una domanda diretta.
  • Pubblicando sondaggi divertenti o molto seri, come quelli con cui chiedete se ritengono utile un nuovo servizio offerto o un feedback sul vostro operato.
  • Iniziando un post con un incipit come: “Hai saputo che…?”. Qui si tratta di mostrare la vostra competenza su uno specifico argomento. L’essere parte del settore immobiliare vi pone nella posizione privilegiata di avere accesso a determinate informazioni più velocemente e più facilmente del pubblico, il quale apprezzerà il vostro desiderio di condividerle.
  • Condividendo citazioni che generino empatia, adatte quindi al target specifico.
  • Parlando della vostra storia come agenti immobiliari, di cosa vi ha spinto a scegliere questa professione e del perché vi piace tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Trovi interessante quello che scriviamo?

Seguici su: